Consiglio Comunale

Bisogna interrogarsi sull’evoluzione moderna degli organismi di rappresentanza diretta dei cittadini, fra questi il Consiglio Comunale è la prima Istituzione pubblica del territorio su cui intervenire.
Sono numerose le riforme che il Consiglio Comunale può introdurre, sia per il funzionamento interno, sia per l'attività ispettiva della struttura amministrativa, sia per l'avvio di nuove modalità di consultazione dei cittadini e delle categorie professionali del proprio territorio.

Tuttavia, non sempre e non tutti gli organismi, pubblici, civici e privati, trovano terreno fertile nell’introdurre le innovazioni possibili, in quanto la tecnologia si è sviluppata troppo velocemente.

Ciò comporta l’impossibilità di conoscere le attività realizzate, quelle approfondite e le proposte dei territori e dei cittadini, registrando un significativo deficit comunicativo da parte delle Istituzioni locali (Consiglio, Giunta, struttura comunale, altri Enti).

Pertanto, si rende necessario avviare le riforme necessarie per superare questi limiti, tramite l’utilizzo della tecnologia disponibile, con l’attivazione del sistema informativo del consiglio comunale.

In questo modo, oltre a risolvere il problema della comunicazione all’esterno dell’attività politica dei consiglieri, dei gruppi, delle commissioni consiliari, oggi quasi inesistente, al netto dei comunicati stampa, si introducono anche le innovazioni metodologiche necessarie.

Infine, bisogna prevedere la nascita di nuovi organismi istituzionali consultivi comunali, al passo con i tempi moderni, utilizzando la leva del parere trascritto da parte dell’assemblea comunale dei cittadini residenti e delle categorie professionali, per quanto di competenza.

I Consigli Comunali devono attivare i sistemi e gli strumenti necessari per garantire la partecipazione del proprio territorio al Consiglio delle Autonomie Locali della Basilicata, valutando di estendere il rapporto negoziale Regione / Enti Locali, anche nell'azione sul proprio territorio Enti Locali / Cittadini.

Commenti