CONSEGNA STATUTO REGIONALE AI SINDACI DELLA BASILICATA: DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE ANCI, SALVATORE ADDUCE

“La cerimonia di consegna ufficiale ai sindaci lucani del nuovo statuto regionale voluta dal Presidente del Consiglio Regionale della Basilicata, Franco Mollica, ha un grande significato simbolico e costituisce un’occasione per confermare la volontà alla leale collaborazione tra gli enti locali e la Regione in vista dell’attuazione delle novità contenute nel nuovo statuto”.

Così ha esordito il Presidente dell’Anci Basilicata, Salvatore Adduce, rivolgendo il suo saluto in occasione della cerimonia di consegna dello nuovo Statuto della Regione svoltasi questa mattina nella sala Inguscio a Potenza.


“Le innovazioni contenute nella nuova “carta” regionale – ha detto Adduce - si possono riassumere in quattro parole guida: il nuovo Statuto assume la partecipazione come elemento chiave nella definizione dei rapporti tra cittadini e istituzioni e tra di esse.

A tal proposito riveste importanza strategica il Consiglio delle autonomie locali (art. 78) che avrà compiti fondamentali di raccordo tra gli enti territoriali. In questa cornice vengono rafforzate le intese tra regione e comuni così come prevede l’art. 63 con l’obiettivo di realizzare il massimo della condivisione soprattutto in tema di conferimento di funzioni dalla regione agli enti locali avendo cura, come afferma l'art. 66, che insieme alle funzioni si trasferiscano anche le risorse, in modo da consentire ai Comuni di far fronte ai loro compiti impegnativi soprattutto sul versante dei servizi fondamentali per i cittadini e al tempo stesso un armonico rapporto tra i diversi livelli istituzionali.

E’ molto importante aver in pieno confermato il valore strategico della programmazione anche attraverso la conferenza regionale per la programmazione (art. 82) che va rilanciata come metodo per affrontare i gravi problemi economici e sociali del nostro territorio e per guardare al futuro con meno apprensione. 

Pari dignità come cultura del rispetto delle funzioni che ciascuno è chiamato a svolgere per rendere produttivi gli interventi da realizzare. Gli Enti Locali negli ultimi dieci anni hanno assunto l’onere più gravoso per ridurre la spesa pubblica ed oggi si trovano in condizioni molto difficili,

L’entrata in vigore del nuovo Statuto Regionale – ha concluso il Presidente dell’Anci - sia l’occasione per un serio ripensamento sulla finanza pubblica che deve ispirarsi alla cultura del federalismo battendo ogni tentazione di neocentralismo”.

Nessun commento:

Posta un commento